Archivio news 10/06/2019

2^ GIORNATA GIRONE C - ECUADOR VS MADAGASCAR

Hightlights e cronaca della partita

Finisce 3 a 1 il match della seconda giornata del girone C tra Ecuador e Madagascar. I padroni di casa hanno quindi ora il bottino pieno dopo due giornate, al contrario invece gli ospiti che ormai posso giocarsi il terzo posto contro gli irlandesi.  
 
La partita inizia, come era prevedibile, con un maggior possesso palla degli ecuadoregni e con un numero di occasioni da rete di questi ultimi notevolmente superiore a quello dei ragazzi del Madagascar. Quello che soffre maggiormente la difesa africana sono i lanci lunghi; con questi, infatti, l’Ecuador crea un numero altissimo di occasioni solamente nei primi 20 minuti. Il primo a provarci è Tinoco, poi due volte Javier, che sulla seconda conclusione trova la traversa, fino al gol di Ramon David che supera in uno contro uno il portiere ed insacca con facilità. Non si ferma qui l’attacco di casa che si ritrova nuovamente, con un lancio dalla trequarti, in uno contro uno con Javier che sciupa malamente. Al 25esimo arriva il primissimo tiro in porta del Madagascar: da fuori area Nissi prova, ma la conclusione è troppo debole. Un’ ultima chance per raddoppiare per i latino-americani è sui piedi del capitano Burgos che calcia da fuori trovando una bella risposta del portiere.  
 
A fine primo tempo si era vista una leggera reazione da parte del Madagascar con le sue tre punte a spostare in avanti il baricentro della squadra; ma anche nella seconda metà di gara a farla padrona sono principalmente i ragazzi in maglia gialla. La prima occasione del tempo arriva con il neoentrato Medardo che a sorpresa si fa servire corto su punizione ma calcia sull’esterno della rete. Poco dopo arriva il secondo gol con Cruz servito benissimo dentro l’area, è facile per lui battere il portiere da quella posizione. La seconda rete subita sembra scuotere fortemente gli avversari che vanno vicini al gol ancora una volta con Nissi che tenta un pallonetto vedendo Alvarez fuori dai pali; il pallone esce di pochissimo alla destra del palo. E poi è ancora il Madagascar, ora con Tsilvina dalla lunghissima che calcia però troppo alto. A metà secondo tempo finalmente accorciano i malgasci: Nissi lancia Christian che controlla di testa e buca Alvarez in uscita bassa, è 2-1. Durano poco però le speranze del Madagascar di arrivare al pareggio perché su calcio d’angolo è molto sfortunato Herman che infila alle spalle del proprio portiere su una sponda di Miguel.  
 
Finisce quindi 3 a 1 una partita divertente e con molte occasioni. I ragazzi del Madagascar sono costretti a cedere agli ecuadoregni, superiori in tecnica e gioco. Nonostante la differenza di qualità, gli ospiti hanno comunque combattuto riaprendo i conti a metà secondo tempo per essere poi fermati da uno sfortunato episodio. Molto buona invece la prestazione corale dell’Ecuador che ora volgliono giocarsi il primato nel girone.
 
Fanner Reporter