Archivio news 30/06/2019

QUARTI DI FINALE - UKRAINE VS ITALIA

Hightlights e cronaca della partita

13 anni dopo Germania 2006 e in un contesto completamente diverso Ucraina e Italia sono tornate a sfidarsi nei quarti di finale di un torneo internazionale, il Mundialido. Che non sarebbe stata una sfida facile per Perrotta (lui presente anche in quel memorabile Italia-Ucraina 3-0) e compagni lo si sapeva già alla vigilia, visto l'ottimo cammino degli ucraini in questo torneo.
 
L'Italia approccia abbastanza bene al match con un atteggiamento prudente, ma allo stesso tempo non troppo difensivo. L'Ucraina invece, dopo un avvio un pò timido comincia a carburare intorno al ventesimo minuto di gioco, costringendo gli azzurri molto spesso nella propria metà campo. Con il passare dei minuti l'Italia abbassa sempre più il proprio baricentro, lasciando agli avversari qualche conclusione pericolosa dal limite. Al minuto di gioco numero 27 la formazione dell'est certifica questa maggior intraprendenza con un mancino precisissimo di Yuri Kalinich che non lascia scampo a Scarsella,1-0. Passa solo qualche giro di orologio e l'Ucraina raddoppia con il colpo di testa ancora di Kalinich sugli sviluppi di un calcio da fermo. Doppio colpo tremendo per l'Italia che paga un atteggiamento poco propositivo e una difficoltà evidente a rendersi pericolosa dalle parti della porta ucraina. Per fortuna degli azzurri però proprio allo scadere della prima frazione Perrotta sfrutta il suo innato senso del gol e di testa dà un senso al secondo tempo.
 
Ci si aspetta una svolta positiva per l'Italia dopo il gol dell' ex giocatore giallorosso e invece non è così. Il secondo tempo diventa nervoso e le interruzioni di gioco si fanno numerose. Non succede nulla di interessante fino a quando non si riaccende Kalinich che offre il pallone a Livandovsky che non sbaglia e scrive 3-1. Sembra finita e invece un minuto più tardi Concutelli realizza il gol del 3-2 alla prima occasione creata dai suoi nel secondo tempo e tiene ancora vive le speranze azzurre.
 
Ma alla fine è l'Ucraina passare in semifinale di questo Mundialido e lo fa meritatamente al termine di una partita in cui ha dimostrato di avere più voglia, organizzazione e qualità degli avversari.
 
Fanner Reporter