Archivio news 08/07/2020

RAFFICA DI GOL NELLA PRIMA GIORNATA

Si è concluso il I atto dell’edizione 2020 del Mundialido

Si è concluso il I atto dell’edizione 2020 del Mundialido, un primo turno che ha gol a raffica, sorprese, conferme e tanta, tanta integrazione. L’evento per eccellenza del Club Italia di Eugenio Marchina, posticipato di un mese causa Covid-19, è entrato subito nel vivo grazie alle 24 squadre che si stanno battaglia sul terreno verde del Totti Sporting Club.

BRASILE DIESEL Nel gruppo A il Brasile, più che mai voglioso di fare il bis con una formazione giovane e di grande qualità, si conferma tra le big. Nella gara d’esordio contro l’Honduras, dopo un avvio in sordida, è uscito alla distanza. I verdeoro sono andati anche sotto con la rete di Montoya, dopo una disattenzione difensiva, ma poi hanno capovolto la situazione andando in rete con Emerson, Toledo, Da Conceicao, De Marchi e una tripletta di Menestrina, splendida una delle tre marcature dalla tre quarti con una parabola a scavalcare il portiere honduregno. Un 7-1 senza appelli. Nell’altra gara vittoria a tavolino dell’Albania sul Madagascar.

INTERNATIONAL MACCHINA DA GOL Nel gruppo B l’International si conferma anche in questa 22ma rassegna una squadra compatta e molto quadrata, all’esordio pioggia di gol, che ha inflitto a El Salvador un pesante 9-0, ben sei i giocatori che sono andati a segno, doppiette di Lupi, Fofana e Kouame. Molto incerta la partita tra l’Italia targata Ostiamare e la Libia, 5-4 il risultato per gli “azzurri” che erano andati in vantaggio per 3-0, ma la nazionale libica non ha mollato e ha pareggiato per 3-3, a regalare i tre punti all’Italia il rigore trasformato da Piccirilli.

COLOMBIA SOLIDA Nel gruppo C la Colombia ha dato prova di grande solidità, infatti nella gara d’esordio ha sconfitto con un secco 3-0 la formazione multietnica del Resto del Mondo. Una delle mine vanganti di questa edizione potrebbe rivelarsi il Gambia, squadra completamente nuova che ha rifilato al Bangladesh una bella cinquina, mandando a segno ben cinque giocatori diversi.

PIROTECNICO CAPO VERDE Grande prestazione di Capo Verde che in inferiorità numerica è riuscito a capovolgere una circostanza molto delicata, infatti sotto per 2-0 con il Perù, ha prima pareggiato e poi ha trovato la rete della vittoria grazie al penalty siglato da Varos. Lascia poco spazio all’immaginazione, invece, il match tra Nigeria e Gran Bretagna con gli africani che hanno dilagato per 6-1.

MAROCCO A GO-GO Spinge dal primo all’ultimo minuto il Marocco, voglioso di arrivare fino in fondo. La squadra allestita da Hassan Batal è giovane e talentuosa, nel primo match subito una larga vittoria per 9-1 contro il Venezuela, debuttante in assoluto. Molto bene anche l’Etiopia che ha battuto per 2-0 la Romania. Chiude il gruppo F, pareggio 1-1 tra Senegal ed Ecuador con fiammate da una parte e dall’altra, alla tecnica ecuadoregna si è contrapposta la velocità africana, partita vibrante, risultato giusto. Vittoria di misura dell’esperta Moldavia per 2-1 sul Congo, storica formazione che potrà giocarsi le sue chance nelle prossime giornate. Senza un attimo di sosta è già in corso il II turno.